TEMPI DI FRATERNITA’

La speranza è la passione per ciò che è possibile. (Soren Kierkegard)

Carissimi,

pubblico le “mie esperienze” di vent’anni di “Tempi di Fraternità” ed un incontro di don Quizzato.

 

TEMPI  DI FRATERNITA’

 

 

Havana, 9 dicembre 2015

 

Carissimi,

 

e termino qua a Cuba, non essendoci internet ho potuto finire, un altro lavoro: Tempi di Fraternità, avevo iniziato con Elio Taretto nel 1988 a Torino in corso Palermo, ci arrivavo con il mio motorino, dopo avere lavorato alla LDC, poi quando è morto nel 1993 proposi alla redazione una collaborazione,  ma non mi dettero soddisfazione, nel 1995 appena tornato dal viaggio in America Latina e Centro America durato tre mesi, tornando in Italia dopo un mese per i miei e sviluppare i rulli, chiesi un aspettativa alla Ldc per poterci andare, incontrai Giorgio Bianchi da Lina che mi disse: vieni tu a presentare le esperienze della solidarietà che hai vissuto! Era appena morta mia sorella, mia mamma aveva 82 anni, la Ldc stava “contenendo i costi”; non viaggiavo più per non lasciare mia mamma da sola, non sapevo cosa fare, proposi un viaggio nei gruppi della solidarietà con l’intenzione che al termine “avrei spiccato il volo”, che sarei cresciuto, e ripartito verso altri orizzonti ed intanto stò terminando l’archivio fotografico.

 

1987: Stand di TDF a Torino Esposizione con Erminia Circosta, la cascina di Albugnano,

1985: Raniero La Valle, Paolo Naso, Piercamillo Pizzamiglio, Tempi di Fraternità story,

1989: Mons. Bettazzi e Vattimo

1993: Funerale al camposanto di Elio Taretto

1996: La cascina ad Albugnano, messa con don Ermes Segatti

1998: Luigi Manconi al Centro Gesuiti di Corso Stati Uniti a Torino con don Oreste Favaro,

di Torino in corso Stati Uniti

2000: Mohamad Yunus alla Facoltà di Economia in corso U. Sovietica a Torino, laurea ad honorem

2002: 17 ottobre Giulietto Chiesa

2004: Compleanno di Andreina e Ausilia, a Penseglio con Padre Stefano e Piercamillo con mostra storica, redazione a casa di Davide, Cascina Penseglio,

2005: Presentazione del libro di Catte Cifatte, Battesimo di Cecilia, mons. Ersilio Tonini a “Missioni Consolata” in Torino, Vita di Tdf, Serata di Bruno Marabotto: Raccontare il Novecento,

2006:  9 aprile delle Palme a Penseglio, Il Barcaiolo del Madagascar, don Paolo Farinella, 90 anni di Mons. Bettazzi con Giangranco Monaca e Andreina Cafasso, nel 2016 ha avuto la cittadinanza bolognese,  marzo riunione redazionale allargata al Sereno Regis,

2007: 8 novembre, presentazione libro Andreina Cafasso, 9 settembre bimba Saglietti,

incontro con il teologo Paolo De Benedetti e don Oreste Favaro,

2008: gennaio Giovanni Franzoni, 13 e 19 aprile e 29 maggio Davide Pelanda,

2010: 29 novembre bimbo Saglietti, 16 ottobre redazione Tdf, 25 dicembre bimbi Saglietti,

ricevuta regalo per Matteo di Penseglio,

2011: 29 gennaio con l’Imam, 6 febbraio con Tartaglia, 8 luglio con Elsa Bianco, 1 ottobre redazione Tdf, 8 marzo da Giorgio Saglietti,

2012: Ricordo di Elio Taretto, ricordo di Alberto Tridente, don Paolo Farinella,

2013: Viandanti Mario Arnoldi, 24 ottobre Belgravia libro Davide, 1 dicembre ricordando Elio,

21 settembre Giulietto Chiesa, 24 marzo Eucarestia ad Albugnano,

2014: libro “Poveri ma chi”, 16 e 30 marzo incontri ad Albugnano, Rita Levi Montalcini,

2015: ad Albugnano Padre Testa e Giovanni Franzoni a Opportunanda

2016: a Cuneo in ricordo di Luciano Jolly, Episodio di Davide Pelanda,

2017: Deriù ad Albugnano, Video di Adriana Zarri (Rai Storia)

 

Dal Mondo della Solidarietà

Semi di Speranza

Il Mondo a Torino

E la speranza continua…

 

DAL MONDO DELLA SOLIDARIETA’/SEMI DI SPERANZA 1996/2010

 

  • 1996 novembre “Scuola Popolare La Ghiaia”
  • 1996 dicembre “Grupo Pe No Chao” (gruppo con i piedi per terra)
  • 1997 gennaio “Con i bambini di Pusthan” 4) Sono nate le banche del tempo!

5)   1997 febbraio “Il Gruppo Progetto: un ponte verso il Brasile”

6)   1997 marzo “Il Triciclo”

7)   1997 aprile “La Ragnatela della Solidarietà”

8)  1997 maggio “La Comunità di Sant’Andrea”

9)  1997 giugno/luglio “Don Giovanni Lisa”

10) 1997 agosto/settembre “Don Silvio Ruffino”

11) 1997 ottobre “Adozione a distanza con la Comunità di Sant’Andrea”

12) 1997 novembre “Con don Piero Nota in Guatemala e il Gruppo Ceiba”

13) 1997 dicembre “Don Luigi Pescarmona in Brasile”

14) 1998 gennaio “Padre Miguel Ramero in Brasile e la Comunità di Mambre”

15) 1998 febbraio “Aumentano le banche del tempo”, “Il Ciabot di Mamma Rita”

16) 1998 marzo “Don Giovanni Lisa in Brasile e la Casa dell’Adolescente”

17) 1998 aprile “ Bambini a Berzano San Pietro con la Scuola Popolare La Ghiaia”

18) 1998 maggio “Cooperativa Della Rava e della Fava”

19) 1998 giugno/luglio “ Centro Interculturale di Torino”

20) 1998 agosto/settembre “Don Domenico Burzio in Brasile”

21) 1998 ottobre “L’Associazione Pantarei con Don Ernesto Vavassori”

22) 1998 novembre “Cooperativa Artimestieri di Cuneo”

23) 1998 dicembre “Cooperativa Il Ponte di Giaveno”

24) 1999 gennaio “Associazione Enzo B di Torino”

25) 1999 febbraio “Associazione Robe dell’Altro Mondo” con Maria Zuanon

26) 1999 marzo “La Comunità per tossicodipendenti Nikodemo”

27) 1999 aprile  “Don Renato Chiera in Brasile”

28) 1999 maggio “La Cascina” a San Rocco di Castagnaretta

29) 1999 giugno/luglio “Cooperativa di Carcadè in Kenia con Piero Botta dell’Aes (Ong)

30) 1999 agosto/settembre “Le Ong del Cocis a fianco dei profughi del Kossovo”

31) 1999 ottobre “Insieme con Serbi, Croati, Musulmani e Italiani” con don Renzo Scapolo

32) 1999 novembre “Casa Carosio in Kenia” con l’Unifam Giovanni Carello

33) 1999 dicembre “Rete Lilliput: gettare la rete” Inserto delle 33 iniziative presentate

Mostra fotografica e impegno di Daniele Dal Bon

34) 2000 gennaio “Cooperativa La Ringhiera”

35) 2000 febbraio “Associazione Educativa R.E.S.P.I.RO.)

36) 2000 marzo “Cooperativa RO&RO” in territorio del Roero

37) 2000 aprile “Cooperativa Baobab”

38) 2000 maggio “Un progetto al femminile”

39) 2000 giugno/luglio “Un pasto per i bambini di El Limon in Guatemala”

40) 2000 agosto/settembre “Rete Radiè Resch”

41) 2000 ottobre “Peace Link”

42) 2000 novembre “Associazione volontari rientrati”

43) 2000 dicembre “L’Aquilone” – “Ricordo di Elio Taretto”

44) 2001 gennaio “La nostra Africa” Associazione con Isa Albalustro

45) 2001 febbraio “Associazione Uai Brasil”

46) 2001 marzo “Insieme per la pace” Gruppo Intereligioso

47) 2001 aprile “C.A.T.” Gruppo Alcolisti in Piemonte

48) 2001 maggio “Re.Te. Organismo non governativo di tecnici per la Cooperazione

49) 2001 giugno/luglio “La Casa per la non Violenza” di Verona

50) 2001 agosto/settembre “La Casa dei Giovani di Libera”

51) 2001 ottobre “Centro Studi Sereno Regis” di Torino

52) 2001 novembre “La Cooperativa Della Rava e Della Fava”

53) 2001 dicembre “Cooperativa Quetzal – Commercio Equo e Solidale”

54) 2002 gennaio “Asai: Associazione Salesiana di Animazione Interculturale”

55) 2002 febbraio “Ufficio Pastorale Migranti di Torino”

56) 2002 marzo “Nova: per vivere l’adozione”

57) 2002 aprile “Associazione di Aiuto Fraterno OAFI/1 con Padre Piazza)

58) 2002 maggio “Gruppo Handicap e Sviluppo”

59) 2002 giugno/luglio “Verso Sud: Associazione Culturale che guarda verso il Sud”

60) 2002 agosto settembre “Associazione Volontari per l’Handicape”

61) 2002 ottobre “Associazione Volontari ABIO”

62) 2002 novembre “Associazione AURORA, l’alba di un nuovo giorno”

63) 2002 dicembre “Associazione Opportunanda”

64) 2003 gennaio “La Cooperativa Il Ponte ha aperto altre botteghe”

65) 2003 febbraio “Associazione Culturale Alma Mater”

66) 2003 marzo “Rete Lilliput”

67) 2003 aprile “Scuola Popolare La Ghiaia: in Italia a Berzano San Pietro”

68) 2003 maggio “Scuola Popolare La Ghiaia: in Italia l’Aquilone dedicato a Elio Taretto”

69) 2003 giugno/luglio “Scuola Popolare La Ghiaia in Brasile con Jocimar e Vera”

70) 2003 agosto/settembre “Scuola Popolare La Ghiaia in El Salvador con Catalina”

71) 2003 ottobre “ Scuola Popolare La Ghiaia in Honduras”

72) 2003 novembre “Collettivo Azione Pace Onlus”

73) 2003 dicembre “La Città Invisibile ma virtuale: alcuni siti sulla Pace”

74) 2004 gennaio “Associazione La Ragnatela: un nuovo sogno da realizzare”

75) 2004 febbraio “Unifam – Ong e Associazione Mahila Maldals in India”

76) 2004 marzo “Associazione San Martino”

77) 2004 aprile “Scuola Popolare La Ghiaia in Honduras con i bambini del Porvenir”

78) 2004 maggio “Cooperativa La Ringhiera” in memoria di Elio Taretto

79) 2004 giugno/luglio “Dove si trovano i cattolici stranieri a pregare a Torino”

80) 2004 agosto/settembre “Mag 4 – Strumenti di finanza etica e di Economia Sociale”

81) 2004 ottobre “Adotta un progetto con Padre Ottavio Fasano a Capo Verde”

82) 2004 novembre “Associazione Amami – con Padre Kizito Sesana”

83) 2004 dicembre “World Prayer – per la pace, oltre le differenze”

84) 2005 gennaio “Identità e Differenza – Un Centro per le Culture”

85) 2005 febbraio “Arcidiocesi di Nyeri in Kenia –  ai giovani africani di Nanyucky”

86) 2005 marzo “Casa di Santa Barbara ad Alba”

87) 2005 aprile “La solidarietà va lontana: vent’anni con don Lisa”

88) 2005 maggio “CVA – Centro Volontari Assistenza a Canale d’Alba”

89) 2005 giugno/luglio “Progetto Iraq con don Fredo Olivero e Luigia Storti”

90) 2005 agosto/settembre “Associazione S.O.S. Salute e Sviluppo di Buttigliera Alta”

91) 2005 ottobre “Associazione di Volontariato in Eritrea – Dodici Ceste – “

92) 2005 novembre “ADMO Associazione Donatori Midollo Osseo” (iniziano i pensieri)

93) 2005 dicembre “Casa Natura nel Roero” con Canale Ecologia

94) 2006 gennaio “Associazione di Volontariato Nida in Perù a Cuzco”

95) 2006 febbraio “Rita e Carla consorelle con gli Zingari a Torino”

96) 2006 marzo “Associazione ABIO”

97) 2006 aprile  “Associazione ADRICESTA (Donazione cellule staminale, ricerca, staminali)

98) 2006 maggio  “Associazione Marianella Garcia”

99) 2006 giugno/luglio “Comunità di Mambre”

100) 2006 agosto/settembre “La Ghiaia: Radici e le Ali, Emergency, Variopinti, Agriturismo,

101) 2006 ottobre “Mais: Progetto del Basurero in Guatemala

102) 2006 novembre “Associazione K.A.T. Alma Terrawan” in Bolivia

103) 2006 dicembre “Sermig con Ernesto Olivero”

104) 2007 gennaio “L’Associazione San Martino ha 10 anni di cammino”

105) 2007 febbraio “Associazione Legamondo: vino solidale”

106) 2007 marzo “Progetto Benin Chiara Luce Badano”

107) 2007 aprile “Associazione Apsara – un aiuto in Asia”

108) 2007 maggio “CCM – Il Comitato di Collaborazione Medica”

109) 2007 giugno/luglio “Associazione Capdver – Padre Ezechiele Ramin”

110) 2007 agosto/settembre “Associazione l’Altro Pallone”

111) 2007 ottobre “Pastorale Migranti Torino: il week-end dell’amicizia”

112) 2007 novembre “Associazione Alice nello specchio con Gigi Eusebi)

113) 2007 dicembre “Associazione Amami con Padre Renato Kizito Sesana”

114) 2008 gennaio “Associazione Libero Mondo” del Commercio Equo e Solidale

115) 2008 febbraio “Adozione a distanza in Brasile della Comunità di Sant’Andrea”

116) 2008 marzo “Associazione Bip-Bip Onlus prevenzione traumi cranici e spinali”

117) 2008 aprile “Progetto Iraq con don Fredo Olivero della Pastorale dei Migranti”

118) 2008 maggio “Unifam, organismo non governativo, progetto in Vietnam”

119) 2008 giugno/luglio “Amici della Guinea Bissau”

120) 2008 agosto/settembre “Africa…Mission Possible! con Elia Viola”

121) 2008 ottobre “Casa San Giuseppe con Gigi Eusebi”

122) 2008 novembre “Progetti con i Saharoui a cura del Cric Ong di Reggio Calabria”

123) 2008 dicembre “Burundi Centre Jeunes Kamenge con don Claudio Marano”

124) 2009 gennaio “Associazione Opportunanda con Suor Giacomina Tagliaferri”

125) 2009 febbraio “Associazione Enzo B in Romania”

126) 2009 marzo “da Scuola popolare La Ghiaia, Salvador, Brasile, gli auguri)

127) 2009 aprile “L’Aquilone: Una casa per sognare”

128) 2009 maggio “Revisione di vita al Ciabot di Mamma Rita”

129) 2009 giugno/luglio “Associazione Libera a Napoli”

130) 2009 agosto/settembre “Con don Giovanni Lisa in Brasile”

131) 2009 ottobre “Con don Luigi Pescarmona in Brasile”

132) 2009 novembre “L’Aquilone, una casa nuova per i bambini ad Albugnano”

133) 2009 dicembre “La Ragnatela in Nicaragua”

134) 2010 gennaio “Emergency con don Gino Strada”

135) 2010 febbraio “Camilliani di Haiti”

 

 

IL MONDO A TORINO

 

1) 1998 ottobre “Comunità Peruviana” 136

2) 2008 ottobre “Comunità Filippina”   137

3) 2008 novembre “Comunità Brasiliana”   138

4) 2008 dicembre “Comunità Peruviana”     139

5) 2009 gennaio “Comunità Boliviana”        140

6) 2009 febbraio “Comunità Latinoamericana”   141

7) 2009 marzo “Comunità Albanese”                   142

8) 2009 giugno/luglio “Comunità Romena”          143

9) 2009 novembre “Ufficio Pastorale Migranti”    144

10) 2009 dicembre “Comunità Ortodossa”             145

11) 2010 febbraio “Quartiere multietnico di Porta Palazzo, Sermig con Padre Kizito)   146

12) 2010 aprile “Primo sciopero degli stranieri a Torino”                                                 147

13) 2010 maggio “Festa dei Popoli alla Parrocchia del Redentore a Torino                      148

14) 2010 settembre “Lo Sbarco di Barcellona”                                                                   149

15) 2010 ottobre “Viviamo tutti in un mondo multietnico”

 

 

E LA SPERANZA CONTINUA…

 

1) 2013 ottobre “Scuola Popolare La Ghiaia”                150

2) 2013 novembre “Jocimar e Vera in Brasile”              151

3) 2013 dicembre “Con i bambini di Pusthan di El Salvador”             152

4) 2014 gennaio “Il Gruppo Progetto”                                                  153

5) 2014 febbraio “Associazione La Ragnatela”                                    154

6) 2014 marzo “Comunità di Sant’Andrea”                                          155

7) 2014 aprile “L’Apy – 30 anni con don Lisa”                                    156

8) 2014 maggio “Auguri di speranza di Lina”                                       157

9) 2014 giugno/luglio “Don Pescarmona in Brasile”                             158

10) 2014 agosto/settembre “Padre Miguel Ramero e Don Piero Nota”   159

11) 2014 ottobre “Associazione Volontari Monteacutese”                       160

12) 2014 ottobre “Marianella Garcia: un libro di Anselmo Palini”           161

13) 2015 novembre “Diario di viaggio dal Nicaragua”                              162

14) 2015 dicembre “Associazione La Ragnatela nicaraguense”                 163

15) 2015 gennaio “di ritorno dal Nicaragua”, articolo di Pierangelo Rocco  164

16) 2015 febbraio “arrivederci Nicaragua, se Dio vuole!”                             165

17) 2015 marzo “Esclusi: nelle periferie esistenziali con Papa Francesco” Fredo N. Capovilla 166

18) 2015 aprile “Ritorno a Teofilo Otoni in Brasile”  167

19) 2015 maggio “Aiuti a progetti concreti in Brasile”  168

20) 2015 giugno/luglio “Libro Oscar Romero di Anselmo Palini”  169

21) 2015 agosto/settembre “Libro Famiglie Amputate” con Carlotta Saletti Salza e F. Olivero 170

22) 2015 ottobre “Ottimismo Brasiliano: Arturo Paoli”   171

23) 2015 novembre “Expo: una proposta alla gente”        172

24) 2015 dicembre “Pace in Bosnia”                                 173

25) 2016 gennaio “Cuba: quale futuro? La globalizzazione 174

26) 2016 febbraio “La festa dei popoli e l’inaugurazione dell’Ufficio Migranti Torino” 175

27) 2016 marzo “Il cortile dietro le sbarre: il mio oratorio al Ferrante Aporti” di Marina Lomunno con l’esperienza di don Domenico Ricca.  176

28) 2016 aprile “Info Comune” network    177

29) 2016 ottobre “Italiani d’Albania” e “Albania Terra dell’Uomo nuovo”   178

30) 2016 novembre “Don Piero Gallo Prete Cittadino”                                   179

31) 2016 dicembre “Un viaggio eretico nell’Italia che cambia” di Marco Revelli        180

32) 2017 gennaio, “Associazione Ra.Vi, per ricominciare a vivere                               181

33) 2017 febbraio, “Un mondo senza plastica”                                                               182

34) 2017 marzo, Associazione di Volontariato “La casa dei ricci”                                 183

35) 2017 giugno/luglio “Il Manicomio dei Bambini” di Alberto Gaino                          184

36) 2017 agosto/settembre “Orizzonti internazionali su Torino” di D.Marucco              185

 

 

Le Comunità di Base

 

1985: Convegno annuale

1997: Eucarestia di Natale

2006, 2010, 2015: Franco Barbero e l’Associazione “Viottoli

2008: Comunità di via Germanasca a Torino (con Elio Mosso di Sant’Andrea)

2010: Le Comunità Cristiane di Base (Via Germanasca, Torino)

2010: Convegno annuale (video)

2011: 7 maggio Padre E Vavassori

2011: Eucarestia a Piossasco

2013: 9 marzo, Incontro regionale con don Fredo Olivero

2016 2011 2015: Associazione Viottoli con don Franco Barbero al Gay Pride

 

Libri a cura dell’Editrice Cooperativa “TEMPI DI FRATERNITA’”

 

“Partecipazione sociale e nuove forme religiose” di Luigi Berzano – 1975

“Il Battesimo” tra tradizione e rinnovamento – 1979

“Lotta e Conversione” di Pablo Richiard – 1980

“Massa Meriba” – 1980

“Quando i fratelli se ne vanno” della Comunità di Franco Barbero – 1980

“Mons. Romero” – di Placido Erdozain – 1981

“Hacia una Iglesia renovada por la pratica de la Solidaridad” – 1983

“Il Vento di Dio” – 1985

COMITATI di SOLIDARIETA’ “OSCAR ROMERO” 1983/1987

“Più grande del nostro cuore”di Franco Barbero – 1987

“Essere semplici è possibile” della Comunità di Base di Lucento Franco Barbero – 1987

“Oltre la confessione, chiamati a vita nuova” – 1988

“Mensile Festivo dei Laici” – 1988

“Nel tempo di Isaia” di Antonio Giolo e Brunetto Salvarani – 1991

“Solidarietà con” di Taretto, Bavazzano, Cammelli, Ricciarelli – 1994

“Il Vangelo dei Nomadi” – 1997

“Ho ascoltato il grido” 1989

“Il Giubileo  di ogni giorno” – di Franco Barbero – 1999

“Sul cammino di Emmaus” – 2003

“Paura del Concilio” – 2003

“Voci di donne in un Hamman” di Angela Lano – 2002

“La questione Femminile nell’Islam” di Angela Lano – 2004

“L’autorità delle donne” di Maria Caterina Cifatte – 2005

“Camminando sulle strade degli uomini” di Padre Ottavio Fasano – 2012

“Quella cena a Lisbona” di Gianfranco Monaca – 2016

“Trent’anni dopo” di Mario Arnoldi – 1999

Cajorata 1   Orizzonti brevi, Carena Jolly Rabbia Tavella – Mille 2014

Cajorata 2 Confini sottili,  Carena Jolly Rabbia Tavella – 2015

Il politico dimezzato, Luciano Jolly

La superficie delle cose, Anonimo genovese

 

Libri a cura di Davide Pelanda

 

“Tempo tiranno” di Davide Pelanda – 2013

“La fede nel piatto” di Paola Bizzarri e Davide Pelanda

“Parola delle Fedi: Acqua” di Davide Pelanda

“Mondo recluso: vivere in carcere in Italia oggi” di Davide Pelanda

“La Chiesa e i rifiuti” di Davide Pelanda

“Il Cavaliere dell’Arcobaleno” di Davide Pelanda

Dio in piazza Rossa di Luigi Sandri

 

 

TEMPI DI FRATERNITA’   (Rivista dal 1994 al 2016)

 

UNA INIZIATIVA EDITORIALE

“PER” E “CON” LA GENTE

Mensile, trent’anni di attualità, ricerca e confronto comunitario.

Fondato da Elio Taretto nel 1968

 

LE COMUNITA’ DI BASE 

Tracce di percorsi comunitari

Concordato perché contro –  delle Comunità di Base

 

 

GIANFRANCO MONACA

 

1999: Le tre Marie

2006: E piantala con l’arte

2007: E per filo e per segno

2008: E per filo e per segno

2013: Giampiero Monaca film

2014: Universi Diversi

 

 

Torino, gennaio 2008

 

Carissimi,

 

iniziamo l’anno, vi faccio tanti auguri che sia un nuovo anno pieno di prospettive positive però intanto cerchiamo di vivere il presente: il passato è passato, il futuro deve venire, il presente è qua. Una frase che mia mamma mi ripeteva spesso. Tutti hanno festeggiate ma quanta gente soffre in ogni ambiente. Ho passato capodanno da Lina della Ghiaia guardando il messaggio di Napolitano: erano presenti i due ragazzi “difficili” e un rifugiato e Lina al termine mi ha detto: Signore ti ringrazio!

E’ ora di abbonamenti, non è che voglio fare promozione ma “Tempi di fraternità” invita da quarant’anni stà “boccheggiando”, ho ripreso a scrivere confrontando il passato e il futuro. Da circa vent’anni vive perché si pubblica tutto in proprio, le uniche spese sono la spedizione e la stampa.

Rivista fondata nel 1971 da Elio Taretto, frate cappuccino. Partendo da una spiritualità francescana, la rivista si è via via sviluppata in tempi più ampi, in particolare quello delle comunità di base, del rinnovamento conciliare, del vivere quotidiano.

Tutto questo è sintetizzato dal sottotitolo “mensile di attualità e ricerca confronto” che ben evidenzia la peculiarità della rivista. La proprietà appartiene all’editrice omonima. Costituitasi in società cooperativa nel 1976 per garantire la massima trasparenza e democrazia nella gestione del mensile, la redazione vuole affermare che i veri padroni della rivista sono i lettori. L’Editrice TEMPI DI FRATERNITA’ è una piccolissima editrice che pubblica il mensile omonimo, che come risulta dal sottotitolo, parla di attualità, ricerca e confronto comunitario. Le tematiche che vengono affrontate non si esauriscono però solo in quelle citate sopra; per permettere a chi legge di farsene un’idea vengono inviate alcune copie saggio a chi ne fa richiesta dopodiché ognuno decide se abbonarsi o no. In passato abbiamo avuto momenti duri anche tragici. La morte avvenuta nel 1993, dell’amico Elio, fondatore ventisette anni fa della rivista e sua anima profetica, insieme a difficoltà economiche che sembravano insormontabili, ci hanno fatto dubitare sul senso del nostro lavoro.

Interrogandoci sul nostro futuro abbiamo capito che dipendeva anche da noi dare un senso ad un tragico evento, abbiamo capito che Elio aveva lasciato a ciascuno di noi un compito e che da quella pentecoste avremmo potuto partire per percorrere strade nuove. Noi non abbiamo né ricette, né risposte certe, ci rivolgiamo a tutti ma non stiamo dalla parte di tutti;  crediamo sia necessario scegliere. Allora abbiamo scelto di stare non con i ricchi e i potenti, ma dalla parte dei poveri, di chi ha fame, di quelli che piangono, dei perseguitati per causa della giustizia. Per continuare il cammino abbiamo bisogno di voi, di quelli che leggono, che scrivono, di quelli che cercano, che si indignano, che si inquietano, che si entusiasmano, che amano la vita, di quelli che hanno voglia di scrivere una poesia, di raccontare una storia, di fare fotografie, di confrontarsi con qualcuno su quello che sentono. Vorremmo che ci fossero molti di voi a condividere con noi questa avventura: è un’editrice che non ha finanziatori alle spalle, non ha proprietà, né pubblicità commerciale, né padroni, se non i lettori, vive di una vita abbastanza precaria anche se vivace. Il nostro non è solo un discorso di abbonamenti, non ci interessa recitare un monologo ad una moltitudine silenziosa che gremisce  una platea in ombra, anche se ha pagato il biglietto; vorremmo che veniste per recitare un ruolo da protagonisti…ci contiamo!

Se pensate di accettare la nostra proposta, e se per qualcuno il costo dell’abbonamento è un problema, non si preoccupi, metta quello che può, ci sarà sempre qualcuno che metterà di più anche per lui! Intendiamo continuare ad esistere, nonostante tutte le difficoltà, perché ci piace scrivere e crediamo nella libertà di espressione, così come sancito dall’articolo 21 della nostra Costituzione, anche se la realizzazione di tale libertà costa sacrificio

 

Nasce nel 1971 grazie a Elio Celestino TARETTO, frate cappuccino, trasformando una precedente pubblicazione francescana.

Nel 1976, con lungimiranza, trasforma il mensile, di sua proprietà, in una cooperativa perché non sia più espressione individuale ma di un gruppo di persone, l’attuale redazione.

Il nostro mensile, dopo alterne vicende, ha sempre seguito  gli avvenimenti della chiesa e dell’attualità,  interessandosi a tutto ciò che si muove nelle piccole realtà quotidiane, dalle comunità di base al movimento “Noi siamo chiesa”, dai gruppi di solidarietà e di impegno per il terzo mondo ai movimenti per la pace e contro la globalizzazione proposta dal nuovo modello di sviluppo neoliberista a senso unico, prospettando e proponendo una fraternità che trae la sua origine dal vangelo e da Francesco D’Assisi.

Si può tranquillamente dire che oggi la nostra rivista è diventata  un punto di incontro di persone e gruppi che credono nella laicità e perciò nella sostanziale parità tra uomini e donne, liberi e schiavi, ebrei e greci di fronte ai grandi interrogativi dello spirito e alle grandi sofferenze dell’esistenza. E che occorre vigilare continuamente poiché le religioni corrono continuamente il rischio di volersi impadronire di Dio e delle coscienze umane anziché servire l’uno e le altre in timore e tremore.

Credono nella laicità e perciò intendono la fede come capacità di relativizzare – anche con molto senso dell’umorismo – le nostre verità possedute, nell’attesa di una verità sperata.

Credono nella laicità e perciò nella necessità di astenersi dal definire ortodossie e appartenenze, perché nessuno può mettere limiti alla fantasia di Colui che manda il suo Spirito ai giovani e ai vecchi, ai servi e alle serve.

 

Elio (Celestino) Taretto, frate cappuccino, grande animatore di pace, giustizia e nonviolenza, ha avviato la comunità di Emmaus con Pier Camillo, Marisa, Franco, Lucia, lavorando con loro la terra ai confini tra le province di Asti e Torino. Mancato prematuramente nel 1993, un gruppo di amici ha continuato nell’impegno di Elio secondo il suo stile evangelico, proseguendo il lavoro da lui iniziato con la costituzione della Cooperativa “Tempi di Fraternità,  abbiamo avuto momenti duri, anche tragici, insieme a difficoltà economiche che sembravano insormontabili, ci hanno fatto dubitare sul senso del nostro lavoro.

Interrogandoci sul nostro futuro abbiamo capito che dipendeva anche da noi dare un senso ad un tragico evento, abbiamo capito che Elio aveva lasciato a ciascuno di noi un compito e che da quella pentecoste avremmo potuto partire per percorrere strade  nuove.

Noi non abbiamo nè ricette nè risposte certe, ci rivolgiamo a tutti ma non stiamo dalla parte di tutti; crediamo sia necessario scegliere. Allora abbiamo scelto di stare non con i ricchi e i potenti, ma dalla parte dei poveri, di chi ha fame, di quelli che piangono, dei perseguitati per causa della giustizia. Per continuare il cammino abbiamo bisogno di voi, di quelli che leggono, che scrivono, di quelli che cercano, che si indignano, che si inquietano, che si entusiasmano, che amano la vita, di quelli che hanno voglia di scrivere una poesia, di raccontare una storia, di fare fotografie, di confrontarsi con qualcuno, su quello che sentono. Vorremmo che ci fossero molti di voi a condividere per continuare con noi questa avventura: è un’editrice che non ha finanziatori alle spalle, non ha proprietà, né pubblicità commerciale, né padroni, se non i lettori, vive di una vita abbastanza precaria ma vivace.

Il nostro non é solo un discorso di abbonamenti, non ci interessa recitare un monologo ad una moltitudine silenziosa che gremisce una platea in ombra, anche se ha pagato il biglietto; vorremmo che veniste per recitare un ruolo da protagonisti…ci contiamo!

Se pensate di accettare la nostra proposta, e se per qualcuno il costo dell’abbonamento é un problema, non si preoccupi, metta quello che può, ci sarà sempre qualcuno che metterà di più anche per lui!

Intendiamo continuare ad esistere, nonostante tutte le difficoltà, perché ci piace scrivere e crediamo nella libertà di espressione, così come sancito dall’articolo 21 della nostra Costituzione, anche se la realizzazione di tale libertà costa sacrificio. Il “nostro” mensile ha superato non senza difficoltà il traguardo dei 30 anni. Tutto questo in uno spirito di fraternità (parola che evoca origini francescane ma non solo) e di gratuità (il lavoro è assolutamente volontario e paghiamo solo la tipografia e le poste).

 

 

 

 

Tempi di Fraternità onlus di Asti

 

Siamo un’associazione (onlus) culturale, perché crediamo  al valore sociale della cultura. Trasmettere cultura è un’opera socialmente utile. Ma se nessuno producesse cultura, ci sarebbe poco da trasmettere. Inoltre: un organismo può dirsi culturale se non produce cultura? Si trasmette cultura se si trasmette un metodo per produrre cultura; una scuola che non sia in grado di produrre cultura non è in grado di trasmetterla. Come qualunque artigiano, la scuola deve produrre cultura per poterla distribuire. Una scuola media della nostra provincia, a Montafia, un punto d’eccellenza del nostro territorio sulla via delle pievi romaniche, reliquia preziosa dei percorsi pellegrinali della Via Francigena, ha prodotto una ricerca sull’educazione civica applicandola al paesaggio in cui vivono gli studenti, perché imparino a “guardare” ciò che vedono ogni giorno. L’educazione dei giovani al senso critico è il prodotto immateriale che è stato materializzato in un quaderno (molto bello, sia per il contenuto che per la grafica, complimenti!). In modo realistico l’educazione artistica ha voluto mettere i ragazzi di fronte ai misfatti dell’edilizia privata e pubblica (anche quella privata è pubblica, se esposta al pubblico!). Abbiamo appreso con stupore che la Provincia ha revocato il patrocinio che aveva concesso, perché ha ritenuto che il tema non sia stato svolto in modo da rispondere alle aspettative dell’Ente. Non è un lavoro patriottico, ci fa sfigurare! Una censura politica, in sostanza. Il paesaggio astigiano è stato devastato in modo irreversibile negli ultimi decenni, con il beneplacito delle amministrazioni, facendo carta straccia delle leggi che pure esistono, a partire dalla Costituzione, anche se “governare con la preoccupazione di rispettarla è un inferno”.  Si sa che questo povero Paese è deturpato in mille modi, ma i ragazzi devono crescere pensando che questa è la normalità? Anche a Vittorio De Sica si rimproverò di aver deturpato l’immagine dell’Italia quando produsse “Ladri di biciclette”! E se i nostri censori conoscessero la Divina Commedia, la toglierebbero dai programmi scolastici: “Ahi, serva Italia, di dolore ostello…non donna di province, ma bordello!”

E la Sacra Scrittura? “Chi ascolta la Parola ma non la mette in pratica, è simile a uno che si guarda allo specchio, vede la sua faccia così com’è, ma poi se ne va come se niente fosse…” (Giacomo 1, 22-25). Tradotto laicamente: se guardandovi allo specchio provate orrore, non prendetevela con lo specchio.  (Gianfranco Monaca)

 

 

Torino, 28 dicembre 2012                                                                                  

 

Carissimi,

 

ho conosciuto Elio Taretto nei gruppi di solidarietà negli anni ottanta e mi ha sempre pubblicato vari servizi che realizzavo nella solidarietà che in questa pubblicazione riporto. Poi nel 1993 la sua improvvisa scomparsa, mi ricordo come fosse ieri che  Ermina al telefono mi disse: “Sai Elio è morto!” E un mio amico: “adesso il giornale e la comunità chiudono!”

Io avevo proposto una collaborazione di servizi sulla solidarietà, ma non mi avevano risposto poi dopo il viaggio del 1995 avevo pubblicato delle “schede” su “Dialogo in Valle”, giornale della Val di Susa; Giorgio Bianchi mi propose di scriverle con i miei servizi ma fini dicendomi di proporlo io alla redazione.  E così feci, anche perché era appena morta mia sorella Anna Maria e con mia mamma non potevo più viaggiare allora mi sono preso l’impegno di girare per i vari gruppi della solidarietà, poi alla morte di mia mamma i diari di viaggio e nello stesso tempo le comunità straniere a Torino che erano in collegamento con l’Ufficio Migranti. E sono andato avanti per più di quindici anni e poi tutte le cose devono cambiare per rinnovarsi.

In queste pagine potrete vedere le varie foto scattate durante gli avvenimenti che ero presente degli amici e redattori della redazione. L’iniziativa non è stata portata avanti perchè il Sindaco Diego Novelli l’ha fatta “naufragare” per causa delle prime tangenti che ci furono, però è stato un “seme” servito ad altre persone e gruppi di continuare sulla strada della solidarietà: a “Santa Maria Goretti” è nato il Gruppo Progetto, il sottoscritto insieme ad altri e a don Fredo ha organizzato il Viaggio in Vietnam, ho partecipato anche al gruppo Bolivia divenuto poi Associazione onlus. C’era solo un’agenzia che organizzava in Vietnam, con il costo di  4 milioni di lire. Non c’erano ancora i viaggi equo e solidali.

Ora parecchi organizzano, esistono molte agevolazioni, costa più o meno sui duemila euro. E’ la stessa cifra, paragonabile alle lire, ma con la “globalizzazione” è più facile vivere e sopratutto viaggiare, sapere, conoscere e stare con la gente come faceva Elio. Da leader ha sempre vissuto e lavorato con la gente seminando pace ed incoraggiando ognuno per quello che è nella sua dignità. Partecipava in tutti i coordinamenti, nelle riunioni, ai viaggi in Bosnia, a Madrid al convegno Oscar Romero avendo sempre i piedi in terra vivendo con la sua piccola comunità di Penseglio “Terra e gente” lavorando la terra con le sue erbe medicinali e vivendo dell’essenziale con sobrietà: ed i semi buttati da lui stanno germogliando ora come questa rivista che, nonostante tutto, sopravvive. Ed è l’eredità che ci ha lasciato, il continuare a “fare le piccole cose”, quelle che nessuno vede ma che nel tempo sono vincenti.

 

 

Cari Lettori/Gentili Lettrici della newsletter,

 

–          È stata aggiornata l’agenda di appuntamenti ed eventi – http://www.tempidifraternita.it/applicazioni/agenda/agenda.php

 

–          È possibile leggere i numeri arretrati fino al mese di dicembre 2015 http://www.tempidifraternita.it/public/archivio_gio/indice_gio.htm

 

In attesa di migliorare l’archivio e di mettere in linea tutta la produzione del mensile (al momento c’è la produzione da dicembre 2009 a dicembre 2015)

 

Per le modalità di abbonamento consultate il sito alla pagina http://www.tempidifraternita.it/segreteria/abbonamenti.htm

 

Chi fosse interessato a consultare la raccolta dei numeri di Tempi di Fraternità, da dicembre 1994 a ottobre 2016, può farlo accedendo al seguente link

 

https://1drv.ms/f/s!AomQs6n_dfHjhxywubTpTphNHb5f che vi collega ad un disco virtuale disponibile in rete: è ovvio che la consultazione significa traffico internet, come quando navigate nei vari siti.

 

Vi consiglio di tenere una copia del link sul vostro desktop, sempre che vi interessi.

 

Potete anche consigliarlo e trasmetterlo a conoscenti e amici che vogliano conoscerlo

 

Contiene 4 sezioni

 

La raccolta dei numeri di Tempi di Fraternità, da dicembre 1994 a ottobre 2016

La raccolta degli inserti pubblicati dal 1999 al 2016

La raccolta delle principali rubriche (alcune non sono del tutto aggiornate, ma provvederò appena possibile

La raccolta degli inserti di Noi Siamo Chiesa

Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero. (Proverbio arabo)

 

.Sede: via Garibaldi,13 – 10122 Torino presso Centro Studi Sereno Regis.

Telefoni: 3474341767 – 0119573272 Fax: 02700519 846

Sito: http://www.tempidifraternita.it/  e-mail: info@tempidifraternita.it

Una copia € 3,00 – Abbonamenti:

normale € 30,00 – estero € 50,00

sostenitore € 50,00 (con abbonamento regalo)

via e-mail € 20,00 (formato PDF)

Abbonamenti cumulativi solo per l’Italia con:

Adista € 89,00 – Confronti € 69,00

Esodo € 51,00 – Mosaico di pace € 54,00

Il Gallo € 54,00

 

Pagamento: conto corrente postale n° 29 466 109

Coordinate bonifico bancario:

IT60D0760101000000029466109 intestato a:

 

Editrice Tempi di Fraternità presso Centro Studi Sereno Regis

via Garibaldi, 13-10122 Torino Dall’estero: BIC BPPIITRRXXX

Carte di credito accettate tramite il nostro sito

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...