Lettera agli amici: dalla Biblioteca del Tempo: Vietnam, dom Giovanni Franzoni, 2001: Raduno del Roero degli Alpini a San Damiano d’Asti,

Occorre aiutarsi scambievolmente senza compromessi, cercare il dialogo tenendo presente la differenza tra errore ed errante. (Papa Giovanni XXIII)

14 luglio 2017

Carissimi,

una notizia per: Investire in Vietnam

Organizzato da Centro di Studi Vietnamiti

14 luglio 2017 dalle ore 17:30 alle ore 19:30

Centro di Studi VietnamIti

via Federico Campana 24, 10125 Torino

Lorenzo Riccardi introduce i trend regionali dell’area ASEAN, illustrando una mappatura fiscale e le agevolazioni per operare in Vietnam e nella regione del Sud-est asiatico, cui il Vietnam costituisce una formidabile porta d’accesso. Oltre 660 milioni di consumatori che apprezzano il Made in Italy

Poi è morto l’Abate Giovanni Franzoni, pubblico l’intervento di Confronti: l’ho conosciuto nel 1987 a Rio de Janeiro in occasione di un convegno sui “Gruppi di Solidarietà Oscar Romero”, l’ho fotografato assieme a Mons, Casaldaliga. L’ho rifotografato a Torino nel 2008 in occasione della presentazione di un libro del dott. Davide Pelanda, direttore di “Tempi di Fraternità”, con il dott, Peiretti direttore del “Foglio”, un bollettino edito da un gruppo cattolico di Torino cui fa parte anche il dott. Guido Bodrato fratello dell’Onorevole Aldo Bodrato. E poi l’anno scorso l’ho incontrato al Centro della Pace e Agriturismo “Terra e Gente” di Albugnano in provincia di Asti.

Continuo a mettere in vetrina le mie foto dell’Archivio della “Biblioteca del Tempo” che ora sono al secondo raduno del Roero degli Alpini nel 2001 a San Damiano in provincia di Asti dove proveniva mia nonna

 

Care amiche, cari amici, (dalla redazione di Confronti)

 

come molti di voi già sapranno, ieri (13 luglio) è mancato Giovanni Franzoni. Abate di San Paolo fuori le mura negli anni Sessanta, padre conciliare al Vaticano II e poi sospeso a divinis nel 1974 per le sue posizioni a favore del No nel referendum per l’abrogazione del divorzio. Due anni dopo verrà ridotto allo stato laicale.

 

Da allora continuerà il suo percorso con la comunità cristiana di base di San Paolo, fondata nel 1973 (la celebrazione da parte di Franzoni della prima messa – che per il Vicariato di Roma «non era né autorizzata né proibita» – nel salone spoglio di via Ostiense 152/B ne rappresenta simbolicamente l’atto costitutivo), e i numerosi compagni di strada delle tante battaglie che ha portato avanti in questi decenni: accanto ai disoccupati e ai senza casa, contro la speculazione edilizia ecclesiastica e «per una Chiesa più fedele al Vangelo e al Concilio», contro tutte le guerre (dal Vietnam alla Palestina all’Iraq) e a favore dei diritti civili: aborto, procreazione medicalmente assistita, eutanasia.

 

Nel 1974 il settimanale del dissenso cattolico Com si fonderà con il settimanale evangelico Nuovi tempi e darà vita a Com-Nuovi tempi. Giovanni sarà impegnato per tutto il resto della sua vita in questo progetto, che nel 1989 si trasformerà in Confronti. Per noi – ogni mese, davvero fino all’ultimo – scriveva la sua rubrica “Note dal margine”, dove affrontava le questioni più diverse. Proprio una settimana fa ci aveva inviato il suo articolo per il numero monografico che uscirà a settembre sul fine vita, nel quale esprimeva «un netto rifiuto di una rappresentazione della morte come fatto estraneo totalmente alla vita».

 

E continuava: «Molti ancora si rappresentano la morte come un evento tremendo nelle mani di un Dio creatore e signore, giustiziere e punitore di quanti non riconoscono la sua sovranità assoluta. La morte è rappresentata come un essere estraneo, cavalcante un destriero scheletrico e agitante una falce con la quale uccide i viventi e li sottopone al Dio giudice; ma questa visione mitica della morte viene oggi da molti onestamente rifiutata, a favore, invece, di una rappresentazione del morire come un fatto insito, fin dalla nascita del vivente, nella stessa sua origine e nella sua crescita».

 

 

la redazione di Confronti e tutta la cooperativa Com Nuovi Tempi

 

I funerali si terranno domani, sabato 15 luglio, alle ore 10.30, presso il Centro anziani del Parco Schuster (via Ostiense 182/G), nei pressi della basilica di San Paolo a Roma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...