Buona serata! Lo stadio del Filadelfia a Torino

Le uniche rivoluzioni durature sono quelle del pensiero. (Gustave Le Bon)

Torino, 28 luglio 2017

 

Carissimi,

 

mentre andavo al Ciabot sono passata davanti allo stadio Filadelfia che ora stanno ristrutturando. Non capisco perché non l’hanno fatto prima. Così va il mondo, corsi e ricorsi,  e poi una lettera di una riunione di don Fredo che ha partecipato con alcuni parlamentari.

 

Cari tutti e tutte

vi mando il testo del verbale del lavoro continuato col coordinamento contro le armi nucleari perchè penso sia utile non fingere che il problema non esista e che la “pacifista ministra Pinotti  ” compri altri F35 che si stanno adeguando al trasporto di armi nucleari ,quelle che conserviamo in Italia per la Nato e gli USA del pacifista Trump .

Io personalmente e la comunità di san Rocco abbiamo aderito con un centinaio di  firme e sono preoccupato

 

Vi allego anche il testo dell’appello per chi volesse ancora aderirvi

 

Spero che le ferie facciano rinsavire il governo assente all’ONU alla discussione e votazione sulle armi nucleari, ma con posizione negativa rispetto al disarmo   nucleare cioè vuole tenerle e trasportarle se servono! Per loro non è anticostituzionale.

Chiuse le centrali, apriamo alle armi nucleari

 

 

RIUNIONE CON I PARLAMENTARI 24/7

x
MIR-MN Piemonte Val d’Aosta
 
 

Carissime e carissimi,

questa mattina come previsto si è svolto l’incontro con i parlamentari.

Nel pre-incontro si è ribadita la richiesta che l’Italia ratifichi il Trattato e che le ragioni per il no alle armi nucleari sono anche di natura umanitaria e di sicurezza per i cittadini e il territorio.

 

Per conto del Coordinamento erano presenti circa 15 persone; era presente inoltre il consigliere regionale Paolo Andrissi.

 

Parlamentari intervenuti:

– Umberto D’Ottavio ex sindaco di Collegno, deputato membro della commissione istruzione alla camera e impegnato anche nell’ambito dell’america latina

– Michele Paolino, assistente del senatore Mauro Marino

*vi sono state delle difficoltà nel reperire gli indirizzi dei parlamentari e come confermato dai presenti alcuni account istituzionali non vengono controllati regolarmente. A tal fine si chiede la collaborazione degli enti ed istituzioni che possono agevolare nel flusso di informazioni con i parlamentari.

 

All’inizio dell’incontro sono stati condivisi alcuni aggiornamenti tra i membri del Coordinamento:

Lo scorso giovedì si è svolta la riunione organizzativa per l’iniziativa della Casa Umanista per il 5 agosto; durante l’incontro è stata comunicata l’adesione ufficiale del Coordinamento così come decisa insieme nella riunione del 12/7. L’evento avrà il patrocinio del Comitato Diritti Umani e la prossima riunione organizzativa è giovedì. A breve la Casa Umanista ci invierà maggiori dettaglisull’evento che si svolgerà il 5 AGOSTO ORE 21 in P.ZZA CARIGNANO e inoltrerà anche il volantino dell’evento da diffondere capillarmente per agevolare una buona partecipazione a nome del Coordinamento.

A breve sarà affisso sul palazzo del municipio il banner per la richiesta della ratifica; sarà quindi organizzato un momento “mediatico” per darne risalto.

Giampiero Leo sta curando i contatti con il Pres. Laus per l’organizzazione dell’incontro di settembre (presumibilmente dalla seconda metà del mese) con i parlamentari piemontesi.

L’incontro è iniziato con una breve introduzione a cura di P. Candelari sul Trattato e sul Coordinamento.

 

I parlamentari sono stati quindi invitati, in una logica di dialogo ed interscambio, a spiegare la posizione del governo e ad esplicitare il proprio pensiero in merito alla questione. In particolare è stato fatto diretto riferimento alle mozioni bocciate in senato e a quella di maggioranza approvata che contiene un riferimento negativo sul Trattato, indi alla presenza di armi nucleari sul territorio italiano in quanto membri della NATO.

 

Alcuni punti condivisi dal dep. D’Ottavio (trascrizione non ufficiale):

– disarmo favorisce la pace

– l’Italia è tra i “migliori” venditori di armi

– delegare al governo non va bene

– pressione dal basso è importante

– problema della sicurezza dinanzi ad un ritirarsi degli USA

 

Gli interventi dei presenti hanno rilevato il peso di alcune questioni quali:

la secretazione delle ispezioni riguardanti gli ordigni nucleari americani sul suolo italiano

la produzione di F-35 (Cameri), che non sono di difesa; le nuove tipologie di armi nucleari “montabili” anche su F-35

– ipocrisia e incoerenza del governo rispetto alla vendita di armi verso l’Arabia Saudita

– importanza della convergenza totale su alcuni temi

– coerenza nei comportamenti

– costi degli armamenti

– importanza di una corretta informazione ed educazione per creare consenso e sensibilità sul tema

 

A conclusione dell’incontro si è dato appuntamento ai parlamentari per settembre con l’appello di riportare ai colleghi i contenuti del confronto di questa mattina, ed in particolare la voce del Coordinamento, e ritornare per lavorare insieme nel concreto attorno ad un tavolo:

– importanza della coerenza

– ci sono urgenze impellenti che il governo deve affrontare sul tema della produzione e commercio delle armi

– Coordinamento è una realtà variegata che converge sull’appello per la ratifica ed è composto da diversi soggetti che seguono le diverse tematiche connesse al tema e le declinano secondo le proprie competenze e mission.

– collaborare dal basso arrivando a coinvolgere anche le parti alte perchè l’una senza l’altra non sono efficaci.

– responsabilità della politica per il bene comune.

Nel corso dell’incontro sono stati trattati anche altri temi non all’ordine del giorno, quali, lo ius solis, la cooperazione internazionale… Era inoltre presente il rappresentante di un’associazione peruviana che si occupa di temi ambientali e che è interessato a collaborare con realtà locali su progetti internazionali.

L’incontro si è concluso con una buona disponibilità dei presenti a ritrovarsi per continuare a ragionare insieme e pianificare delle iniziative coordinate efficaci che tengano conto ed utilizzino le risorse e modalità a disposizione.

 

PROMEMORIA COORDINAMENTO:

INIZIATIVA IN MEMORIA DI NAGAZAKI E HIROSHIMA: 5 agosto ore 21 p.za Carignano

momento “mediatico” di promozione del banner: -in via di definizione-

RIUNIONE ORGANIZZATIVA COORDINAMENTO in preparazione dell’incontro presso il Consiglio regionale con i parlamentari e di pianificazione di eventuali eventi per la campagna di ratifica: -si propone- GIOVEDì 7 SETTEMBRE ORE 18 PRESSO LA SALA GANDHI DEL CENTRO STUDI SERENO REGIS.

**continua la raccolta firme, quindi continuiamo a divulgare l’appello su change perchè manca poco per raggiungere quota 1000!!! https://www.change.org/p/appello-per-la-messa-al-bando-delle-armi-nucleari?recruiter=734880056&utm_source=share_petition&utm_medium=copylink&utm_campaign=share_petition

 

Serena serata a tutte e tutti,

Zaira Zafarana

per il Coordinamento di cittadini, associazioni, enti ed istituzioni locali contro l’atomica, tutte le guerre e i terrorismi

Via Garibaldi 13,

10122 Torino – ITALIA

Tel. 011.532824

-La segreteria è aperta ogni mercoledì ore 16:30-19:00

pagina web Mir-Mn

pagina facebook Mir-Mn

 

Itinerario di Pace di Torino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...